“Il grembo paterno”, Chiara Gamberale – Zone cieche e punti di luce. Le dimensioni psicologiche della creatività

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

“Il grembo paterno”, Chiara Gamberale – Zone cieche e punti di luce. Le dimensioni psicologiche della creatività

Febbraio 28 @ 18:00 - 20:00

Zone cieche e punti di luce.
Le dimensioni psicologiche della creatività


Lunedì 28 febbraio 2022 – ore 18,00, Sala Grande

Il grembo paterno – Chiara Gamberale

In dialogo con Riccardo Bernardini

Letture di Elettra Mallaby

A partire da Il grembo paterno
(Feltrinelli, 2021)

In collaborazione con

Adele cresce sua figlia da sola, dopo una vita di sfide e fughe che pare incastrarla in un’eterna adolescenza. Quando l’intesa con Nicola comincia a vacillare, proprio quell’adolescenza le chiede, prepotente, ascolto. Adele torna così, come in un sogno, al paese dove è nata. In una spola sempre più serrata fra passato e presente, quello che ci è stato tolto quand’eravamo bambini rischia di diventare l’unica misura di quello che il mondo ci potrà offrire. Chiara Gamberale scende all’origine delle nostre domande sull’amore, in quella scoscesa terra interiore dove abbiamo cominciato a essere la persona che siamo.

Chiara Gamberale è nata nel 1977 a Roma, dove vive. Dopo la Laurea presso il DAMS dell’Università di Bologna, esordisce nel 1999 come scrittrice con il suo primo romanzo, Una vita sottile. Nel 2002 inizia a lavorare come conduttrice televisiva, affiancando Luciano Rispoli nel programma Parola mia (Rai 3). Ha scritto, fra gli altri, Color lucciola (2001), Arrivano i pagliacci (2002), Una passione sinistra (2008), da cui è stato liberamente tratto il soggetto per il film Passione sinistra di Marco Ponti (2013), Le luci nelle case degli altri (2010), L’amore quando c’era (2011), Quattro etti d’amore, grazie (2013) e Qualcosa (con illustrazioni di Tuono Pettinato, 2017).
Con Feltrinelli, in particolare, ha pubblicato Per dieci minuti (2013), Adesso (2016), le nuove edizioni de La zona cieca (premio Campiello Giuria dei letterati, 2008; 2017) e dell’opera d’esordio Una vita sottile (1999; 2018), L’isola dell’abbandono (2019), Come il mare in un bicchiere (2020) e il più recente Il grembo paterno (2021).
È inoltre autrice, con Massimo Gramellini, di Avrò cura di te (2014), di ispirazione junghiana. I suoi libri sono tradotti in sedici paesi. Creatrice e conduttrice di programmi televisivi e radiofonici come Io, Chiara e L’Oscuro (Rai Radio2) e del podcast Gli Slegati, collabora regolarmente con La Stampa, 7 del Corriere della Sera, Vanity Fair, Donna Moderna e IO Donna. Ha ideato e dirige il Festival Procida Racconta.

Ingresso con prenotazione obbligatoria
(info@circololettori.it)


Con la Carta Plus del Circolo dei lettori puoi prenotare il tuo posto nelle prime file dedicate

Necessari mascherina FFP2 e Super Green Pass

Dettagli

Data:
Febbraio 28
Ora:
18:00 - 20:00
Categoria Evento: